Centro per la certificazione della dislessia (DSA)

 

Il FaLó di Borgosatollo in provincia di Brescia ha attivato un servizio di DIAGNOSI e CERTIFICAZIONE DEI DISTURBI DELL’APPRENDIMENTO con validità a fini scolastici. Svolge principalmente attività clinica che consiste in valutazioni diagnostiche e trattamenti orientanti alla riabilitazione delle difficoltà di apprendimento e all’organizzazione di un buon metodo di studio per alunni con disagio scolastico con un'equipe di privati accreditati.

L’équipe del centro è stata accreditata dall’ATS di Brescia per l’effettuazione di certificazioni di DSA, in base alle disposizioni della Giunta Regionale della Lombardia – Direzione Generale Sanità del 21/02/2013.

A chi è rivolto?

È rivolto a tutti bambini, ragazzi, adolescenti che frequentano la scuola primaria, scuola secondaria di 1° e 2° grado.

Com’è strutturato il percorso clinico?

  1. Prima consultazione
  2. Valutazione dsa
  3. Trattamento

1.Prima consultazione

I genitori, su invito delle insegnanti o del pediatra oppure su personale iniziativa, posso telefonicamente contattare il centro, Il FaLò di Borgosatollo, Brescia. Dopo questo primo contatto telefonico la famiglia verrà tempestivamente contattata dalla nostra psicologa referente dell’équipe, la dott.ssa Fasani Irene, per fissare un colloquio.

Nel corso del primo colloquio, che avrà come sede Il FaLó a Borgosatollo, Brescia, verranno raccolte tutte le informazioni utili per approfondire le problematiche poste dai genitori e proposto il percorso di valutazione più idoneo.

È preferibile la presenza di entrambi i genitori in modo che le informazioni vengano raccolte in modo più completo ed entrambi possano essere partecipi del percorso di certificazione del proprio figlio.

2.Valutazione dsa

La fase di valutazione rappresenta il momento centrale dell’attività clinica poiché attraverso una valutazione approfondita e mirata è possibile giungere ad una definizione diagnostica precisa, e da qui una possibile certificazione. Infatti, sarà proprio sulla base dei dati rilevati che sarà possibile individuare e strutturare il percorso di trattamento personalizzato e più indicato.

La valutazione dsa si svolge in più sedute e prevede la somministrazione di test, il cui scopo è quello di fornire un profilo il più approfondito possibile dello stato degli apprendimenti e del funzionamento cognitivo del bambino.

Nella maggior parte dei casi il percorso di valutazione dsa conduce ad una proposta di trattamento.

3.Trattamento

In base a quanto rilevato dalla valutazione dsa i trattamenti possono essere di vario tipo e tutti fruibili nello stesso centro, Il FaLò a Borgosatollo, Brescia.

  • Riabilitazione della letto-scrittura

  • Riabilitazione grafo-motoria

  • Potenziamento delle abilità matematiche

  • Percorsi individualizzati sul metodo di studio

  • Percorsi personalizzati ( lezioni private) di supporto e sostegno alle attività scolastiche con figure professionali esperte nei disturbi specifici dell’apprendimento

Nella maggior parte dei casi l’intervento rende partecipi tutti gli attori della vita del bambino e del ragazzo, in modo particolare la famiglia e la scuola, con i quali vengono garantiti un confronto e una collaborazione continui al fine di supportare lo studente con dsa durante tutto il percorso scolastico.

Ciò che contraddistingue il servizio de il FaLó come centro per la certificazione dislessia, rispetto al resto dei centri di certificazione dsa, è la possibilità di sostenere il proprio figlio con lezioni individuali e personalizzate a sostegno delle attività scolastiche anche dopo la diagnosi di dsa e dopo il sostenimento dei test dsa somministrati. Il nostro team di insegnanti è in contatto con l'èquipe di professionisti che si occupa attivamente della certificazione dsa. In questo modo è garantita la continuità del nostro supporto all'utente. Il FaLò con il nuovo servizio di diagnosi arricchisce la sua offerta formativa con quello che è il percorso: DIAGNOSI, CERTIFICAZIONE, TRAINING E DIDATTICA SPECIFICA, il tutto in uno stesso luogo e con la dott.ssa Fabietti Lucia e la dott.ssa Longo Silvia come referenti e anello di congiunzione di un team di professionisti ed insegnanti esperti. I genitori e la scuola non sono mai lasciati soli, sia durante la diagnosi sia durante tutto il supporto didattico post-diagnosi.

regione lombardia

LA NOSTRA ÈQUIPE è formata da figure professionali accreditate ed è composta da:

  • Dott.ssa Fasani Irene: Psicologa

Referente dell’équipe, effettua il primo colloquio di consulenza con le famiglie, indirizzando e monitorando bambino e genitori in tutto il percorso e anche nel post. Difatti collabora con le responsabili e con il corpo docenti, presente presso Il FaLó, per garantire il raggiungimento degli obiettivi scolastici.

Si occupa di:

  • Valutazione del funzionamento cognitivo e dello stato degli apprendimenti scolastici, valutazione neuropsicologica.

  • Trattamenti di riabilitazione delle competenze grafo-motorie e di potenziamento delle abilità matematiche

  • Percorsi sul metodo di studio ad hoc attraverso il supporto di software compensativi specifici per facilitare lo studio e promuovere l’autonomia in alunni con DSA (sintesi vocale, scrittura al computer e costruzione di mappe concettuali)

 

  • Dott.ssa Merlini Angela: Neuropsichiatra Infantile

Collabora con l’èquipe nella valutazione dei disturbi dell’apprendimento e delle difficoltà comportamentali.

 

  • Dott.ssa Rubagotti Alessandra: Logopedista

All’interno dell’équipe si occupa di:

  • Valutazione delle competenze linguistiche

  • Potenziamento dei prerequisiti necessari all'apprendimento scolastico
  • Trattamenti riabilitativi di letto-scrittura: riabilitazione del processo di lettura strumentale, potenziamento della comprensione del testo, riabilitazione delle componenti ortografiche della scrittura

 

Cosa sono le difficoltà scolastiche?

Le difficoltà in ambito scolastico rappresentano uno dei motivi più frequenti di disagio nell’età dello sviluppo. L’ingresso nel mondo della scuola rappresenta infatti un momento di passaggio evolutivo che comporta importanti cambiamenti.

Come conseguenza di ciò potrebbe manifestarsi nel bambino una fatica ad adattarsi al nuovo ambiente, traducibile in irrequietezza, difficoltà a mantenere la concentrazione e in lentezza negli apprendimenti.

Le difficoltà possono mostrarsi anche più avanti nel percorso scolastico quando il bambino o il ragazzo inizia a manifestare scarsa motivazione verso lo studio, insofferenza nei confronti della scuola, ansia da prestazione, rabbia e risultati scadenti non proporzionali alle capacità personali.

Le difficoltà scolastiche possono essere dovute a cause molteplici:

- scarsa motivazione

- problematiche di tipo emotivo

- lievi ritardi al momento di avvio del percorso scolastico nell’acquisizione di alcuni pre-requisiti molto importanti per l’apprendimento delle strumentalità di base

- metodo di studio poco efficace

- difficoltà nella comprensione del testo e nelle competenze linguistiche superiori

- sviluppo inadeguato di alcune funzioni fondamentali che permettono di consolidare la maggior parte degli apprendimenti (attenzione, memoria, percezione visiva, organizzazione spaziale, motricità)

- disturbi specifici dell’apprendimento (dsa)

I disturbi specifici dell’apprendimento ( dsa)

I Disturbi Specifici dell'Apprendimento conosciuti con l’acronimo DSA sono disturbi caratterizzati da significative difficoltà nell'apprendimento degli automatismi della lettura (Dislessia), della scrittura (Disortografia e Disgrafia) e del calcolo (Discalculia) lasciando intatto il funzionamento intellettivo generale.

Tali disturbi vengono definiti specifici ( dsa ) perché si riferiscono ad abilità circoscritte del funzionamento cognitivo e si manifestano in alunni con un'intelligenza nella norma, che non presentano disturbi sensoriali o neurologici e che hanno potuto usufruire di un approccio scolastico adeguato. Generalmente, un soggetto che manifesta un Disturbo Specifico dell’Apprendimento mostra una compromissione che può coinvolgere contemporaneamente, in misura più o meno significativa, ogni specifica abilità di base (lettura, scrittura, calcolo).

La pubblicazione della Legge 170 del 8/10/2010 e decreti applicativi (DM 12/07/2011) ha contribuito, da quel momento, ad individuare un numero relativamente ampio di alunni con DSA: si stima infatti che circa il 5% dei soggetti in età scolare soffra di questo disturbo specifico dell'apprendimento. Tale legge ha come scopo anche la tutela degli studenti dsa.

Quando e come individuarli?

Alcuni bambini iniziano a manifestare difficoltà negli apprendimenti con l'ingresso alla scuola primaria, che si traducono in lentezza e fatica nell’acquisizione delle strumentalità di lettura, scrittura e calcolo. Altre volte sono già gli insegnanti della scuola dell'infanzia che segnalano la presenza di fragilità o carenze in determinati pre-requisiti che saranno alla base dei primi apprendimenti scolastici. In questa fase evolutiva non è però ancora possibile confermare o disconfermare la presenza di un DSA, che può essere diagnosticato solo a conclusione del primo ciclo di scuola primaria.

È comunque molto importante che gli insegnanti segnalino alle famiglie le difficoltà individuate e che indirizzino le stesse presso professionisti specializzati per l’approfondimento delle problematiche emerse nel contesto scolastico.

Quali interventi?

Le difficoltà individuate all’inizio della scuola primaria possono essere provocate da difficoltà di adattamento al ritmo di apprendimento o al fatto che ogni bambino presenta tempi diversi di maturazione nelle varie abilità.

In alcuni di questi casi può essere necessario effettuare un intervento di potenziamento avente lo scopo di stimolare o abilitare la competenza carente. Un intervento effettuato precocemente può prevenire l’evoluzione di disturbi che nel corso del tempo potrebbero manifestarsi con caratteristiche di gravità maggiore.

Nel caso in cui al bambino venga invece diagnosticato un disturbo specifico dell’apprendimento (la diagnosi di DSA può essere confermata dal secondo ciclo della scuola primaria in avanti) i trattamenti sono in particolare mirati al miglioramento della strumentalità di lettura, scrittura e calcolo, con lo scopo di ottenere una velocizzazione dei processi e l’acquisizione di strategie compensative.

Per i ragazzi più grandi e adolescenti (conclusione della scuola primaria e scuola secondaria di 1° e 2° grado) sono invece indicati training per l'apprendimento dell'uso degli strumenti compensativi (con il supporto di software ad hoc) e di un più funzionale metodo di studio per favorire l’autonomia.

collaborazioni

Privacy Policy